Percorso: Scuola di Mosaico – Palazzo di Sopra – Santuario dell’Ancona – Piazza Duomo – Castello – Duomo.

Durata: 4 ore circa.

Dove parcheggiare: via Corridoni.

spilimbergo scuola mosaicistiIl percorso inizia con la visita alla Scuola del mosaico per poi proseguire lungo viale Barbacane, ornato da tigli, sul sedime del vecchio fossato della città, fino all’ex caserma di cavalleria, ampia struttura decorata in mosaico, che ora ospita laboratori d’innovazione tecnologica (Bic).

Di qui si entra in Borgo Valbruna, un tempo sede di molte botteghe artigianali. Camminiamo tra viuzze e orti sino a piazzetta Tiepolo (affresco sec. XVI) dove sorge il poderoso Palazzo comitale degli Spilimbergo di Sopra (sec. XIV), attuale sede municipale. Lasciando a destra la Casa del Traghettatore, si prenda la ripida via che scende all’antica Porta di Fossale (sec. XIII), ora demolita e ricordata da una targa. Si giunge così al Santuario dell’Ancona o di Sante Sabide, caro agli abitanti delle due sponde, eretto nel 1672 al posto di un precedente capitello con i materiali recuperati dalla sottostante chiesa di San Girolamo in Saletto, distrutta da una piena del Tagliamento (qui ampio oltre 3 chilometri). Risaliamo ora la riva tra mura di sasso giungendo alla spettacolare piazza Duomo. Seduti sul pozzo, notiamo verso nord un grazioso angolo con case del XV e XVII secolo, la Loggia della Macia (sec. XIV), riferimento commerciale e giuridico comitale e cittadino (nel retro della colonna d’angolo sud-ovest è incisa l’antica unità di misura del feudo di Spilimbergo: la macia), di seguito visiteremo il Castello, Santa Cecilia, il Duomo con il suo poderoso campanile e la Casa del Daziario (sec. XIV) affrescata e sotto il cui arco settentrionale sta un anello dove veniva agganciata la stadera per la pesatura delle merci.

Fonte: Pro Spilimbergo